PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it



INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

27/05/14

CASERTA - "Sik Sik, l'artefice magico", di Giulio Baffi, approda alla Biblioteca Diocesana

L'incontro è promosso dalla rassegna "PulciNellaMente"


La Rassegna Nazionale di Teatro - Scuola "PulciNellaMente" (16^ Edizione), in collaborazione con "Piazze del Sapere - Terra di Lavoro", presentano il libro "Sik-Sik l'artefice magico" (Guida Editore), di Giulio Baffi, Critico teatrale del quotidiano "La Repubblica", docente, Presidente dell'Associazione Nazionale dei Critici di Teatro, autore di studi, saggi e pubblicazioni su argomenti dello spettacolo, direttore del Festival di Benevento. L'evento si terrà il 10 Giugno, ore 18.00, presso la Biblioteca Diocesana di Caserta. Giulio Baffi ha recuperato dal suo archivio la registrazione audio di "Sik Sik" che Eduardo mise in scena al Teatro San Ferdinando di Napoli il 13 maggio del 1979. Fu l’ultima volta che De Filippo, settantanovenne e già molto malato, calcò le scene. Ne è venuto un bel libro/cd pieno di memorie e testimonianze. 

Interverranno: Alfonso Amendola (Docente Università degli Studi di Salerno) e Marilena Lucente (Scrittrice). 

Promotori ed ideatori: Elpidio Iorio (Direzione generale PulciNellaMente); Antonio Iavazzo (Direzione artistica PulciNellaMente); Carmela Barbato (Direzione culturale PulciNellaMente). 

Nel volume, di 120 pagine, oltre al cd audio, si trovano quindi: il testo completo, versione 1979; un essenziale glossario e un’ampia documentazione degli articoli (andati in stampa nel 1979 e nel 1980) dedicati a quest’ultimo allestimento eduardiano e firmati da Luigi Compagnone, Roberto De Monticelli, Enrico Fiore, Paolo Emilio Poesio, Domenico Rea, Paolo Ricci; Aggeo Savioli e Renzo Tian. Infine una teatrografia di Eduardo, le riproduzioni dei bozzetti dello spettacolo disegnati dalla scenografa Raimonda Gaetani, la quale si occupò anche dei costumi in collaborazione con Clelia Gonsales; una serie di foto, in parte inedite, di Tommaso Le Pera; un disegno autografato da De Filippo, e la locandina del debutto napoletano.