PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it

Spettacoli - Eventi Culturali - Recensioni - Interviste

INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

24/05/14

S.SALVATORE T. (BN) - Il mitico "poeta laureato" Jack Hirschman chiuderà il mese dedicato al libro il 27 maggio


Sarà Jack Hirschman, simbolo della controcultura americana e del pacifismo, a chiudere martedì prossimo, 27 maggio, nell'Abbazia del Santo Salvatore, a San Salvatore Telesino,  il mese dedicato al libro. 81 anni ed una storia d'impegno politico e sociale che ha condiviso con gli studenti durante il suo periodo di docenza all'Università di Los Angeles, Hirschman li promuoveva agli esami per salvarli dalla guerra del Vietnam e poi animava le lezioni con  la sua rivoluzionaria attività poetica. Professore di Jim Morrison ed amico di Allen Ginsberg e Gregory Corso, prese le distanze dal movimento Beat, non condividendone le scelte e gli esiti.  Il suo atteggiamento radicale ed anarchico lo allontanò dal mondo accademico, riportandolo nel mondo a lottare per la giustizia sociale attraverso "poesia e politica nelle strade". Amico dell'antigruppo siciliano (Nat Scammacca, Crescenzio Cane, Rolando Certa, Carmelo Pirrera, Ignazio Apolloni) e traduttore delle opere di Pier Paolo Pasolini, Hirschman ha avuto, da sempre, un intenso rapporto con l'Italia, dove ha stretto importanti relazioni ed una collaborazione assidua con la Casa della poesia di Baronissi, curatrice delle sue opere e di questo tour italiano. Per la prima volta, i suoi versi di ribellione incontreranno l'artigianato musicale elettronico di Nicodemo, cantautore campano che vanta numerose collaborazioni di grande prestigio (da Teresa De Sio a Garbo, Luca Urbani dei SoErba, Francesco di Bella dei 24Grana e tanti altri) ed apprezzato per il suo lavoro di ricerca verso nuove possibilità nel senso di essere cantautore oggi.  Nicodemo, cantautore elettronico, tesserà le trame musicali a supporto del reading di Hirschman. Lo farà in compagnia di amici speciali come i musicisti Camillo Mascolo (batterista dei Malatja), Alessandro Di Marino (polistrumentista del gruppo Il Pozzo di San Patrizio) e l'antropologo dei nuovi media Alex Giordano che leggerà e suonerà alcuni pezzi.