PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it

Spettacoli - Eventi Culturali - Recensioni - Interviste

INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

08/09/14

BENEVENTO - La "magia pura" di Isa Danieli, nella sua "jam session" fra pianoforte e voce al Teatro Romano

di Maria Ricca

Magia pura, quella che ha coinvolto gli spettatori, finalmente al Teatro Romano, per “Amati fogli sparsi – Eduardo in parole e musica ”, interprete Isa Danieli, che, nell’antico emiciclo, domenica 6 settembre, ha restituito intatte al pubblico sensazioni, emozioni, suggestioni ispirate dal drammaturgo, fra i più grandi del Novecento italiano, di straordinaria influenza sui cuori e le menti di tutti. 
In scena da sola, la Danieli, poliedrica attrice,  è apparsa a proprio agio in ciascun registro, da quello più elevato a quello più umile, toccando ogni corda espressiva.
Via via le pagine eduardiane sono infatti sfilate dinanzi agli occhi degli spettatori, dalle poesie più note agli immortali pezzi d’Autore, uno su tutti il monologo de “ ‘A Madonna d’ ‘e rrose”, da “Filumena Marturano”, per l’occasione reso in espressione musicale e cantata, con la complicità dell’ottimo Danilo Rea, pianista sopraffino, autore di arrangiamenti splendidi delle canzoni classiche napoletane, reinterpretate in maniera originalissima e speciale

Riconoscenza e gratitudine ad un’ officina che mi fece donna e attrice, che mi fu casa e giardino di sapienza e affetto, talvolta di amarezza”,  Così la Danieli ha voluto illustrare i perché della scelta drammaturgica che l’ha vista protagonista infine di ben tre bis, uno su tutti “Uocchie c’ ‘arraggiunate!””, canzone amatissima da Eduardo e riproposta con una sensibilità ed una sapienza rare. Quelle della grande attrice che davvero ha reso omaggio al suo maestro prediletto, in una “sorta di jam session per pianoforte e voce – come si legge nelle note di regia -  affettuosa ed eclettica.” Indubbiamente un connubio splendido e giustamente applaudito fra due esponenti della tradizione classica, Eduardo ed Isa Danieli, e che di certo è valso ad ottenere un puntuale, sicuro, legittimo riconoscimento di pubblico, pur senza sperimentazioni di sorta e perciò senza sorprese.