PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it

Spettacoli - Eventi Culturali - Recensioni - Interviste

INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

03/09/14

CASERTA - Albertazzi, "lectio magistralis" su Shakespeare, con lode a Martone. e venerdì arrivano i "Los Vivancos"

“Questo borgo è bellissimo, mi ricorda quando c’era Spoleto:  con questa nuova idea di festival qui si respira la cultura, un qualcosa di vibrante che si sente nell'aria". Così Giorgio Albertazzi nella sua lezione shakespeariana con la quale martedì 2 settembre ha inchiodato sulle sedie del Duomo di Casertavecchia gli spettatori.
Il grande Seduttore a 91 anni ha tenuto una recitatio magistralis con la sua rielaborazione del Grande Bardo. Il suo Amleto, la sua interpretazione del discorso di Marco Antonio dal “Giulio Cesare”, perfino le citazioni di Flaiano hanno stupito la platea. Poi - a sorpresa -  ha citato Mario Martone e il suo film in gara a Venezia, “Il Giovane favoloso” augurandogli successo al botteghino perché “anche il film precedente era interessante”. E qui l’omaggio al regista napoletano ha poi citato  Leopardi con una interpretazione toccante dell' "Infinito”.
La corsa del festival diretto da Nunzio Areni non si ferma. Dopo due pezzi unici come “La grande notte shakespeariana” ed “Eduardiana”, il festival domani, giovedì 4 settembre, ospita al teatro della Torre il recital di Renzo Arbore e della sua Orchestra Italiana (costo del biglietto (20 euro più i diritti di prevendita). Lo spettacolo si preannuncia come un successo di pubblico oltre che una certezza artistica. In programma infatti c’è un repertorio di classici della canzone napoletana visti e rivisti con la sensibilità da ‘primo della classe’.

Conto alla rovescia anche per un’altra esclusiva del festival. I Los Vivancos affascineranno  il pubblico del teatro Torre di Casertavecchia venerdì 5 settembre alle ore 20.45 nella loro unica tappa italiana. “Aeternum” è il loro ultimo show che ha emozionato i teatri e i festival di tutto il mondo, Stati Uniti compresi. Una novità assoluta che non mancherà di trascinare e coinvolgere il pubblico campano. Lo spettacolo esplora i limiti del soprannaturale, fondendo flamenco, danza, arti marziali e magia.