PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it



INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

23/06/15

L'EVENTO - Molti nuovi iscritti ai corsi e grande entusiasmo per Robin Hood, saggio 2015 di Teatro Studio Ragazzi della Solot

di Maria Ricca

Ancora una fiaba, anzi, per meglio dire, “una leggenda”, quest’anno, per chiudere oggi, 23 giugno, alle 21, al Mulino Pacifico di Benevento,  i corsi di Teatro Studio Ragazzi. Protagonista  Robin Hood,  mito dei miti, nello  spettacolo diretto da Paola Fetto e Liana Tartaglia Polcini, per i più giovani de “La Scuola di Recitazione” della città. “ I ragazzi sono stati felici della scelta – confermano le docenti. -  Inizialmente i due gruppi hanno lavorato insieme poi sono iniziate le prove sui due testi." Quello dei piccoli è stato scritto da Emilia Tartaglia Polcini, l'altro è un adattamento da un testo che la Fetto  voleva mettere in scena, molto allegro e divertente. Molti i nuovi iscritti di quest’anno.
 Le due tranches dello spettacolo si intitolano rispettivamente “La foresta di Sherwood” della Tartaglia e “Il ritorno di Robin Hood”, adattamento della Fetto. Il primo è un viaggio fantastico tra gli esseri che abitano la leggendaria foresta, esseri  che hanno poco a che fare con gli umani :  spiritelli dispettosi, fate cespugliose, gnomi, folletti … un mondo immaginario o più reale di quello in cui viviamo… un mondo in cui il vento che muove le foglie  compone una musica bellissima …e tutti gli abitanti del bosco cominciano a danzare, una danza senza tempo . E tutti sono felici, in un paesaggio che è rigoglioso di verde, un mondo dai mille rumori …  E poi c’è lui : il tanto evocato Robin,  re degli abitanti della Foresta, il leggendario principe dei deboli  che è atteso da tutti a Sherwood perché ha la fama di essere colui che ruba ai ricchi per dare ai poveri. “S’invita il pubblico a credere agli esseri di Sherwood, se vuole davvero partecipare, altrimenti si prega di restare davanti al proprio noioso televisore a sonnecchiare!”, commenta ironica l’autrice. In scena Vittoria Aiello, Angelica Buonanno, Natalia Ciullo, Alessia Anna Corona, Antonio Dell’Oste, Roberta Dello Monaco, Rodolfo Di Maria, Annachiara Feliciello, Pasquale Fetto, Imad Hamdoune, Francesco Ugo Lepore, Magda Lepore, Francesca Malatesta, Michela Marro, Federica Palombi, Glauco Rampone, Eleonora Sarracino, Annamaria Tammaro, Arianna Tarantino, Chiara Tartaglia Polcini, Annamaria Vaiana.
 “Il ritorno di Robin Hood” , personaggio metà storico e metà leggendario,  vede, invece,  protagonisti Paola Cammarata, Francesco Pio Cancellieri, Mario Canfora, Andrea Maria Danzè, Niccolò Delli Veneri, Elena Donisi, Francesco Piero Facchiano, Rossana Fetto, Gilda Fontanarosa, Manuela Grimieri De Ioanni, Giulio Maria Miele, Emanuela Rapuano, Mariagiulia Zitolo. “Tutti conosciamo Robin Hood – dice la Fetto -  La televisione, il cinema, la leggenda ce l’hanno sempre tramandato come il fuorilegge-gentiluomo che “rubava ai ricchi per dare ai poveri”, che viveva nella misteriosa Foresta di Sherwood, sempre in combriccola con i suoi fedeli aiutanti – Little John in testa – e la sua amata Lady Marian. Non sappiamo esattamente chi – anzi, cosa – fosse Robin Hood. Un bandito? Un benefattore? Un nobile decaduto? Di sicuro era un ottimo arciere ed era amato da tutti.”