PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it



INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

10/09/15

DAL 25 SETTEMBRE - "Magnifico Teatro" a Benevento: Peppe Fonzo e le sue scelte ispirate al contemporaneo

Il 25 settembre parte Magnifico Teatro 2015/16 un progetto artistico giunto alla terza edizione.
Ha sottolineato Peppe Fonzo, direttore artistico, in sede di presentazione, stamattina, nellla struttura di via Ponticelli:"Come ogni anno abbiamo lanciato on line un bando al quale hanno risposto più di cento compagnie da tutta Italia e dal quale ne abbiamo selezionato dieci. 
Quest'anno siamo orgogliosi di avere artisti premiati in ambito nazionale: Premio Scenario e Premio in Box. Abbiamo graditi ritorni come Teatro Civico 14 di Caserta con cui stiamo creando una rete e sviluppando diverse collaborazioni, Compagnia scimmie Nude di Milano e Teatro Magro di Mantova. 
Ci saranno due nuove produzioni Magnifico Visbaal, un riallestimento di un lavoro precedente ispirato alla figura di Filumena Marturano interpretato da Roberto Azzurro, l'altra produzione è "Dei più lunghi giorni" ispirato ai Canti Orfici di Dino Campana, con il cantautore Milanese, Fabrizio Coppola.
La nostra attenzione si concentra esclusivamente sul teatro contemporaneo, performers che utilizzino linguaggi e forme espressive a noi vicine.
Siamo molto orgogliosi di essere arrivati fin qui, grazie esclusivamente al nostro lavoro e all'apporto del pubblico che nella passata stagione ha sfiorato complessivamente le mille presenze, conferma che Benevento ha voglia di teatro e si fida delle nostre scelte."
Ecco il programma. 

25/26 Settembre 2015
DUE PASSI SONO
di Carullo-Minasi
regia, testi ed interpretazione di
Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi
scene e costumi Cinzia Muscolino
disegno luci Roberto Bonaventura
aiuto regia Roberto Bitto
produzione Carullo-Minasi e Il Castello di Sancio Panza

Premio Scenario per Ustica 2011
Premio In-Box 2012
Premio Internazionale T. Pomodoro 2013

Due piccoli esseri umani, un uomo e una donna dalle fattezze ridotte, si ritrovano sul grande palco dell’esistenza, nascosti nel loro mistero di vita che li riduce dentro uno spazio sempre più stretto, dall’arredamento essenziale, stranamente deforme, alla stregua dell’immaginario dei bimbi in fase febbricitante.


9/10 0ttobre 2015 Daniele Timpano/amnesiA vivacE
DUX IN SCATOLA
Autobiografia d’oltretomba di Mussolini Benito
di e con Daniele Timpano

collaborazione artistica Valentina Cannizzaro, Gabriele Linari
disegno luci Marco Fumarola foto di scena Valerio Cruciani
Progetto grafico Alessandra D'Innella
drammaturgia e regia Daniele Timpano
una produzione Daniele Timpano/amnesiA vivacE
In collaborazione conRialto SantAmbrogio
Finalista Premio Scenario 2005

Spettacolo finalista “Premio Vertigine” 2010
Selezione “Face à face -paroles d’Italie pour les scènes de France” 2011

Un attore – solo in scena con l’unica compagnia di un baule che viene spacciato come contenente le spoglie mortali di “Mussolini Benito”– racconta in prima persona le rocambolesche vicende del corpo del duce, da Piazzale Loreto nel ’45 alla sepoltura nel cimitero di San Cassiano di Predappio nel ’57.


14/15 novembre Scimmie Nude
CROMOSOMIE
viaggio sui generi(s)
con Andrea Magnelli
regia di Gaddo Bagnoli


CROMOSOMìE è il risultato di una intensa ricerca attraverso le differenze, le similitudini, le incompatibilità e le complementarietà che esistono tra i sessi umani.
Confermando la vocazione allo studio dell’animale uomo, Gaddo Bagnoli dirige Andrea Magnelli attorno ad un tema che ancora presenta, nell'incontro-scontro tra vari generi sessuali, dispute e zone d'ombra.


27/28 novembre
Matremo Teatro
MAMMA
Piccole tragedie minimali

dal testo di Annibale Ruccello
ideazione e adattamento Angela Garofalo, Monica Palomby
cura e organizzazione Michele Vitolini
con Roberta Frascati, Angela Garofalo, Monica Palomby, Caterina Di Matteo
produzione MATREMO TEATRO
"Il nostro Mamma. Piccole tragedie minimali vede in scena quattro attrici, e non una soltanto, come il testo vorrebbe. Le quattro donne si alternano sulla scena rispettando l’ordine dei monologhi, così come concepito dall’autore."


4/5 dicembre
Magnifico Visbaal Teatro
FUJE FILUMENA
Scritto e diretto da PEPPE FONZO
Con
ROBERTO AZZURRO
produzione
MAGNIFICO VISBAAL TEATRO

Un lavoro ispirato a un personaggio immenso dell’opera Eduardiana: Filumena Maturano. La scrittura gioca sul filo del rasoio, guarda li testo di Eduardo ma sposta il baricentro mettendo in evidenza la distanza tra due “signorine” di epoche diverse: quella di oggi che vive in un contemporaneo di “munnezza”, alienazione, rassegnazione, ignoranza, angoscia; e quella della favola borghese Eduardiana, un archetipo che pare ormai lontano.




18/ 19 dicembre
Teatro Magro
SENZA NIENTE 1 L'ATTORE
SENZA NIENTE 2 IL PRESIDENTE
regia Flavio Cortellazzi
on Alessandro Pezzali e Marina Visentini
Senza Niente è un progetto che si compone di quattro monologhi seriali con i quali Teatro Magro dichiara la disorganicità della cultura italiana, da più parti ignorata e lasciata nel vuoto più assordante. Teatro Magro affronta il tema della crisi del teatro, e della cultura in generale, dal punto di vista delle figure professionali che lavorano nel/col teatro: L’ATTORE, IL PRESIDENTE, L’AMMINISTRATORE, IL REGISTA.



15/16 gennaio
LISCIANNIRIA
scritto e diretto da Alessandra Pizzullo
con Valentina Barresi

La giovane Lisciànnira, figlia di un saltimbanco, passa le mattine d’afa nel mercato della Cala, ammaliata da venditori e ciarlatani. Qui incontra Carlos Alberto detto Jesus, un fascinoso mascalzone, finto guaritore e spacciatore di pozioni magiche, che la compra dai genitori e la porta in giro col suo carretto di cianfrusaglie, sfruttando il suo bel volto da indovina.


5/6 febbraio
Mutamenti / Teatro Civico 14
NAPOLI 1647 RIVOLUZIONE DI AMORE
di Marilena Lucente
regia Roberto Solofria
con Ilaria Delli Paoli
costumi Ortensia de Francesco
scene Antonio Buonocore
foto di scena Marco Ghidelli
E' la storia di Bernardina Pisa, giovane, volitiva, sfacciatamente bella, piena di passione e di amore per Masaniello, protagonista insieme al marito e ai napoletani di una indimenticabile rivoluzione. La loro storia si intreccia con quella della città, una città piena di storie come Napoli.


4/5 marzo
Phoebe Zeitgeist
ADULTO
di Giuseppe Isgrò
con Dario Muratore
voci Ferdinando Bruni, Ida Marinelli
dramaturgia Francesca Marianna Consonni 
suono Giovanni Isgrò

Una ricerca sulla parte maledetta della crescita, quella che non matura, che non si dichiara, che non si esprime e che non si arresta. Lo sguardo del pubblico è affacciato alla scena come alla rete da cantiere di uno scavo immaginale. Le parole che compongono questa contro oratoria sono tratte dalle opere finali di Pier Paolo Pasolini, Elsa Morante e Dario Bellezza.



25/26 marzo
Magnifico Visbaal Teatro

I PIU' LUNGHI GIORNI
da Dino Campana
di Peppe Fonzo
con Fabrizio Coppola
Chi le taciturne porte/ guarda che la Notte/ ha aperte sull'infinito?
(La speranza sul torrente notturno)
Due forti sensibilità, quella del performer e del musicista si incontrano e raccolgono stimoli, suggestioni, impressioni attraversando emotivamente la lettura de "I Canti Orfici" di Dino Campana, trasformandola in musica, azioni e suggestioni visive.

15/16 aprile
PISCI E PARANZA
progetto e regia Mario De Masi
con Andrea Avagliano, Serena Lauro,Fiorenzo Madonna, Rossella Miscino
Luca Sangiovanni
organizzazione e tecnica Gaetano Battista
segnalazione speciale Premio Scenario 2015


Una stazione. Luogo di interconnessione fra i luoghi, motore di un movimento incessante di persone e cose. Ciò che i più semplicemente attraversano, da alcuni è abitato. Quello che per molti è un corridoio, per altri è casa. Pochi metri quadrati compendiano l’intero universo delle relazioni umane che abitano fuori, allo stesso modo in cui un acquario, piccolo o grande che sia, riproduce esattamente le dinamiche animali del mare aperto.
Come in un acquario, si muovono i pesci di paranza di questa stazione immaginaria.