PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it



INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

08/07/17

CINEMA - Gli attori di "Gomorra", il discusso e coinvolgente "serial", si raccontano al BCT

di Emilio Spiniello


BENEVENTO - Ospiti della terza serata del Festival BCT - Benevento Cinema Televisione, i noti attori della serie tv Sky “Gomorra”, produzione diretta dal regista Stefano Sollima, divenuta famosa anche all’estero. La “perfida” Cristina Donadio, volto della boss sanguinaria Scianel, Fortunato Cerlino, alias don Pietro Savastano e Salvatore Esposito (alias Genny Savastano). Il giornalista Alessio Viola ha condotto la conversazione sul palco di piazza Roma, alla presenza di numerosi fan della serie.
Inizialmente un forte augurio per la nuova avventura del Benevento Calcio in serie A. I tre professionisti hanno raccontato le loro origini cinematografiche, i provini, le difficoltà nell’interpretare certi personaggi “neri” e di narrare il male di questa terra”. Hanno ripercorso alcune tappe fondamentali e significative del loro lavoro in “Gomorra”. Una evoluzione dei personaggi c’è stata nelle prime due stagioni, soprattutto per quanto riguarda il personaggio di “Genny”, l’erede del clan Savastano che cambia drasticamente profilo psicologico. “Sono passati 4 anni dall’inizio delle prime riprese di “Gomorra”, che ha
davvero conquistato tutti”, hanno detto. “Non ci aspettavamo un tale impatto di questo prodotto sulla gente, che va sempre ringraziata”. Soprattutto il ruolo padre-figlio “camorristi” è stato analizzato nel corso della serata. Non sono mancate le gag e le riflessioni simpatiche durante l’intervista ben condotta, che ha saputo indagare nell’animo dei tre personaggi. Un accenno anche sui progetti futuri, in attesa della terza stagione che dovrebbe uscire in autunno. Una chiacchierata di un’ora conclusasi tra gli applausi, con la consegna del Premio “Noce d’Oro”.