PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it



INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

22/10/17

TEATRO - “Amore mio ti odio”: Sateriale e Mariani aprono la stagione al Cilindro Nero

di Emilio Spiniello

S. GIORGIO DEL SANNIO (BN) - “Amore mio ti odio”, con Angelo Sateriale e Claudia Mariani, è lo spettacolo che ha inaugurato la nuova stagione teatrale “Cilindro Nero” a San Giorgio del Sannio, organizzata dall’Associazione Cicolocchio, con la collaborazione di UnipolSai Subagenzia Gianluca Boniello e con il patrocinio del Comune. In scena una crisi di coppia, dove tutto non è come sembra o appare. Troviamo Alberto e Lisa, da 15 anni insieme. Lui è uno scrittore di romanzi polizieschi, che ama dipingere e “teorizzare”: questo almeno è ciò che dice lei al suo amato, il quale ha perso la memoria dopo uno strano incidente domestico. Alberto, sempre col pensiero di evadere da quella monotonia di coppia, chiede alla compagna di ricostruirgli la sua vita, visto che lui ha dimenticato tutto(?). Diffidenza e gelosia caratterizzano questo rapporto dove non mancano i colpi di scena. Lei lo descrive come “uomo geloso che nel contempo guarda le donne più giovani e che soffre di un complesso di inferiorità nei suoi riguardi per via delle diverse origini sociali”. Alberto invece, a poco poco, riprende la memoria e sa bene che quel fatidico “incidente domestico”, è andato diversamente. Infatti, era stata lei ubriaca, a tentare di ucciderlo con un ferro da stiro, nel mentre stava per lasciarlo, stufa di un rapporto che non andava più da tempo. “Amore mio ti odio” è il romanzo scritto ed adorato da lui, ma detestato da lei. In quel volume il nostro scrittore descrive la vita coniugale in maniera altamente negativa: un presagio del suo pensiero reale sull’amore. Lui spiega di aver utilizzato la finta o mezza amnesia per scoprire le motivazioni dell’odio di sua moglie nei suoi confronti, quindi ha mentito per giungere alla verità. Lisa aveva creato a parole l’uomo su misura, giustificando le sue azioni con la forte gelosia e la paura di perderlo. Un desiderio logorato che ha portato all’incrinarsi di un amore, che però c’è ed è ancora vivo. Ognuno dei due ha fatto il proprio gioco per far uscire l’altro allo scoperto. “Ti amo, malgrado tutto”, è la frase simbolo di una nuova fiamma d’amore, consapevoli dei difetti di entrambi. Prossimo appuntamento il 5 novembre prossimo, alle 18.00, con la commedia “Diamoci del tè”, con Alessandro Giova, Valerio De Angelis e Maria Elisa Barontini.