PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it



INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

11/05/18

CINEMA - Al Social Film Festival "ArTelesia", Giancarlo Giannini e la giovane Marial Bajma Riva. Partita la X edizione

Marial Bajma Riva
BENEVENTO - E' cominciata questa mattina e proseguirà per tutto il fine settimana la decima edizione del Social Film Festival "ArTelesia". Dopo quella di oggi anche la matinée di domani, 12 maggio,  saranno dedicate alle scuole, con la proiezione di un film cult del cinema italiano “La Vita è bella” di Roberto Benigni e a seguire una masterclass sulla cinematografia a cura del giovane regista Fabio Massa. 
La serata di gala del 12 maggio,condotta da Pino Strabioli, dopo le premiazioni dei film vincitori, vedrà ospite d’onore Giancarlo Giannini che si racconterà attraverso le fasi della sua carriera di attore, regista e doppiatore in una serata ricca di sorprese.Oltre a Giancarlo Giannini parteciperà alla serata di gala anche il regista Giorgio Cantarini, che ha interpretato il ruolo del piccolo Giosuè nel film premio Oscar “La vita è bella” di Roberto Benigni. In linea con gli obiettivi dell’iniziativa e con il tema di questa edizione, il 13 maggio andrà in scena alle 20.30 lo spettacolo di teatro -danza “L’altro di me”, curato dalla Modern Dance Academy di Enzo Mercurio con le coreografie di Paola Ievolella e in collaborazione con il comitato “Insieme per” che ha coinvolto alcuni bambini disabili.La serata sarà, come ricordato anche da Veronica Caruso, per la prima volta in Campania e la seconda in tutto il Sud Italia, tradotta simultaneamente nel linguaggio dei segni. Fino al 13 maggio nel foyer del Teatro De Simone sarà allestita la mostra “Suoni di luce” a cura dell’artista Gabriella Cusani.
Fra le presenze più interessanti al Festival "ArTelesia" c'è l'attrice Marial Bajma Riva, con il suo ultimo lavoro "La regina dei salotti", da lei diretto ed interpretato. 

Il Festival ArTelesia le ha tributato il premio miglior cortometraggio, per la sezione “Io mi appartengo”. Al centro del corto/documentario la vicenda, ispirata da  “La Signora dei Segreti” di Candida Morvillo e Bruno Vespa, della scalata sociale di Maria Angiolillo, giovane e bellissima mannequin, senza arte né parte, che si affermerà come desidera. Nel racconto sessant'anni della nostra storia e soprattutto la voglia di autodeterminarsi e di imporsi al mondo, seguendo il proprio progetto di vita, "appartenendosi", appunto. "Un carattere forte ed intraprendente, che mi ha conquistata - dice la Rival, che ha appena interpretato in teatro il ruolo di Lilli, per  la trasposizione in  palcoscenico del film di Dino Risi, "Il sorpasso". L'attrice ha iniziato il suo percorso artistico a 12 anni, presso l' ’Académie de Dance Princesse Grace di MonteCarlo. Ha poi studiato danza e recitazione al Boston Conservatory, negli Stati Uniti, e, infine, ha frequentato l'Accademia d'Arte Drammatica "Silvio D'Amico", in Roma. Per "La regina dei salotti" ha curato ogni aspetto, lavorando come interprete e regista,  all’adattamento del testo, ai costumi, alle musiche e alle inquadrature. Al progetto ha collaborato Giorgio Cantarini. Fra i suoi modelli Valeria Golino, che apprezza per la sua versatilità In estate sarà Villa Medici, in Roma, per “Il gioco dell’amore e del caso” di Marivaux , diretto da Muriel Mayette-Holtz, già al verticedella Comédie Française di Parigi ed attuale direttrice dell’Accademia di Francia Villa Medici. Al cinema ha interpretato il  film canadese di prossima uscita “1991” diretto da Ricardo Trogi, in Tv è fra i protagonisti di una nuova serie.  
In conferenza stampa di presentazione, al CeSVoB, diretto da Mariacristina Aceto, e sede scelta per sottolineare il valore educativo del Festival e la volontà di promuovere la cultura del volontariato nelle Scuole e nelle Università attraverso il cinema, la Presidente di Libero Teatro Mariella De Libero ha ricordato che la manifestazione nasce  dall’idea di un ragazzo diversamente abile, Francesco Tomasiello e rappresenta un traguardo,  ma anche il punto di inizio di un nuovo percorso. "La nostra storia - ha detto la De Libero -  dimostra quanto il Festival sia un l’unico ed autentico concorso internazionale del cinema sociale che si svolge a Benevento. Non abbiamo mai avuto grossi capitali economici, ma abbiamo potuto contare sempre sul nostro capitale umano.Un lavoro intenso si cela dietro le tre serate conclusive, dalla diffusione del bando alla selezione delle tantissime opere giunte da tutto il mondo per partecipare al concorso internazionale”. Direttore artistico del Festival, che ha il sostegno del Comune di Benevento, come confermato dal consigliere comunale Mariagrazia Chiusolo, è Antonio Di Fede. Alla presentazione è intervenuto anche il Presidente del Comitato “Insieme Per” Apollonia Botticella, con Veronica Caruso rappresentante Regione Campania Segnalis – interprete LIS e  l’addetto stampa del CeSVob Vincenzo De Rosa.