PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it



INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

08/07/18

FESTIVAL BCT - Christian De Sica e il ricordo del padre Vittorio, regista da Oscar, fra spunti goliardici e commozione sincera

di Maria Ricca

BENEVENTO - La verve e la simpatia di Christian De Sica, deviato nel "cover set" del San Marco, per una pioggia imprevista, hanno conquistato gli spettatori, sabato 7 luglio al BCT, Benevento Cinema e Televisione.
Un'ora di sorrisi e di amarcord per raccontare, incalzato dalle domande del giornalista Alessio Viola, il mito di Vittorio De Sica, attraverso episodi di vita pubblica e privata.
Una narrazione che ha restituito in pochi tratti significativi l'affresco di una "dolce vita" anni Cinquanta, nella quale il regista dall'eloquio enfatico e forbito, con l'elegante panama ed il piglio deciso,si mosse a meraviglia, riuscendo a raccontare, da Oscar, la realtà popolare italiana.
Il giovane Christian,  nel frattempo,  muoveva i primi passi in quel mondo dello spettacolo,  che, dopo la morte del padre,  almeno inizialmente gli avrebbe voltato  le spalle ("Se non fosse stato allora per Peppino De Filippo,  che mi diede una mano!", ha commentato l'attore). Lo inseguiva  lo sguardo tenero della madre Maria Mercader e quello burbero, ma affettuoso, del papà Vittorio, che gli consigliava di andare in scena alla maniera degli attori d'antan: "Ricorda: prima di entrare, un'ombra di grigio sugli occhi!"
Sullo sfondo le frequentazioni esclusive della famiglia De Sica:  Aristotele Onassis e l'affascinante Callisto,  Grace e Ranieri di Monaco e i personaggi del jet set dell'epoca, che popolavano le mete esclusive delle vacanze del bel mondo di allora.
C'è stato spazio per il ricordo goliardico dell' amicizia quarantennale con Carlo Verdone, prima compagno di scuola, poi felicemente cognato,  per il matrimonio di Christian con Silvia, che gli ha dato Brando e Maria Rosa, amatissimi figli di'arte, ora con lui in  cabina di regia. Tutti sul  set., nell'ultimo film di De Sica,  che segnerà a Natale il ritorno al sodalizio con Massimo Boldi,  interrottosi anni fa, ufficialmente per dissapori tra i due, in realtà per il desiderio dell'attore milanese di sottrarsi all'ègida di De Laurentiis.
Applausi, infine, per Christian De Sica che, stanchissimo, ha salutato presto i fan, pur non sottraendosi al loro abbraccio ideale,  e ha ritirato il premio BCT 2018, offerto dall'organizzazione.