PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it



INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

16/03/19

TEATRO - "Ce penza mammà": l'ironia verace di Giacomo Rizzo per raccontare sentimenti universali con leggerezza

di Emilio Spiniello

BENEVENTO - Penultimo appuntamento per la rassegna “Palcoscenico Duemila” con la divertente commedia 'Ce penza Mammà' di Gaetano Di Maio, con Giacomo Rizzo e Caterina De Santis, al teatro Massimo di Benevento. Gli attori della Compagnia Stabile del teatro Bracco hanno saputo tenere viva la scena, già sorretta da una sceneggiatura notoriamente brillante, con gag e siparietti comici che hanno divertito il pubblico. Si tratta di una pièce scritta da Gaetano Di Maio e portata in scena per la prima volta negli anni 80, poi una seconda volta nel 1995, in entrambe le occasioni da Giacomo Rizzo. Quattro figli in scena, con una madre morta giovane, vivono insieme nella stessa casa. Quello più tenero è lo scemotto Bernardino, “un poco abbunato”, il quale rischia di finire in un ospizio. Bernardino, un ragazzino over alquanto buono, candido, sprovveduto, ma sorprendentemente intelligente, colpisce per i suoi continui fraintendimento. Tante le situazioni comiche, grottesche, paradossali. Un via vai di personaggi bizzarri e indiscreti ruotano nella storia, caratterizzata da una strana presenza: il fantasma di mammà. Un testo spassoso, tra ilarità e riflessione con scenette esilaranti, fino alla fine. Una storia di profondi sentimenti umani, ma raccontati con apparente leggerezza che nulla toglie allo spessore di una delle più belle commedie, basata su un intreccio divertentissimo, scritte dal noto commediografo e poeta napoletano Gaetano Di Maio. Il 30 aprile la stagione si chiude con Serena Autieri e Paolo Calabresi in "La menzogna" di Florian Zeller.