PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it



INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

12/07/19

EVENTI - "Social Film Festival ARTELESIA", chiusura con Giuliana De Sio e Luigi Lo Cascio. Conferenza di presentazione.

di Maria Ricca


BENEVENTO - Ultima settimana, ultimo atto per il progetto "Social Film Festival ARTELESIA", organizzato dall'Associazione "Libero Teatro", presieduta dalla prof. Mariella De Libero, giunto nel 2019, alla sua undicesima edizione,  il più importante evento cinematografico del territorio e fra i più rilevanti della Campania. 
Questa mattina al Cesvob, la conferenza stampa di presentazione del tratto conclusivo della manifestazione, che si avvale del sostegno del MIbact, del patrocinio del Miur, dell'UNAR, della Film Commission della Regione Campania, dell'Università degli Studi del Sannio, del Suor Orsola Benincasa, dell'UCAM spagnola e della Provincia, dell'Ept, della Camera di Commercio e del Comune di Benevento. 
L'evento rappresenta il traguardo di un percorso culturale e formativo che ha visto protagonisti i giovani delle scuole di ogni ordine e grado e delle università in veste di giurati dei cortometraggi in concorso. La selezione dei film, invece, è stata affidata alla giuria tecnica.
"Un'iniziativa che si avvale del grande coinvolgimento di ogni fascia d'età, grazie anche alla formula del cortometraggio, scelta perché semplice ed efficace via di comunicazione, nel segno della promozione della solidarietà e della diversità", così  Maria Cristina Aceto, presidente del Cesvob, che da settembre ospiterà nella struttura uno sportello d'ascolto per le esigenze  dei diversamente abili della città.
Il consigliere comunale Molly Chiusolo, in rappresentanza del Sindaco Mastella, ha sottolineato "Il ruolo importante del Festival Artelesia, per il suo connubio fra arte ed integrazione sociale e la necessità di impegnarsi all'unisono per valorizzare ogni attività che vada nel segno della crescita della comunità." 
Per l'assessore comunale alla Cultura Rossella Del Prete, "Il Sannio dovrebbe investire maggiormente sull'industria culturale per la valorizzazione del suo territorio, esattamente come già si investe sulla tradizione eno-gastronomica e su altre qualità locali. Così, ben vengano iniziative di questo tipo, che puntano su interventi di qualità come quelli dell'Artelesia. L'importante è che ci sia sempre continuità, che non ci si fermi nell'organizzazione di questo tipo di progetti, indipendentemente dal succedersi delle amministrazioni in carica, per non interrompere percorsi positivi come questo". 
Sono dieci anni, infatti, che il Festival Artelesia coinvolge generazioni di cinefili, nel segno dell'apertura mentale ad esperienze fra le più diverse, ed è toccato al direttore artistico della rassegna Antonio Di Fede ricordare gli eventi che hanno caratterizzato gli anni precedenti ed il 2019, con la presentazione in concorso di più di mille opere, tra cui si è dovuto operare opportuna selezione, con le manifestazioni correlate, come "Drinkorto", il "Cinema in Ospedale", l'attenzione al mondo della Scuola. 
Gli appuntamenti di rilievo che si susseguiranno dal 18 al 21 luglio prossimi, tutti alle 21,  culmineranno nella serata del 20 luglio con la serata di gala in piazza Roma. Ospite d’onore della undicesima edizione del SFFA sarà Giuliana De Sio, attrice tra le più apprezzate del panorama cinematografico, televisivo e teatrale italiano. Vincitrice di due David di Donatello come miglior attrice protagonista per i film “Io, Chiara e lo scuro” e per “Cattiva”, oltre che di un Nastro d’Argento e di un Globo d’Oro, l’attrice vanta la collaborazione con i grandi autori del cinema italiano tra i quali Monicelli, Comencini, Lizzani e Petri.
La serata di gala e premiazione, condotta da Pino Strabioli,  vedrà la partecipazione, oltre che di Giuliana De Sio, di Andrea Roncato e Elisabetta Pellini, protagonisti del film “Stato di ebbrezza” per la regia di Luca Biglione, prodotto dalla Stemo Production e di altri attori e registi dei film e cortometraggi, finalisti del concorso internazionale del cinema sociale. 
Il 18 luglio, nel Cortile della Rocca dei Rettori, proiezione di film e cortometraggi in concorso. 
Il 19 luglio, appuntamento in Piazza Roma, con "Made in Sud", evento di beneficenza, con i protagonisti del noto show Tv. Il 21 luglio, nel cortile della Rocca dei Rettori, la presentazione del progetto Lisca Bianca: navigare nell'inclusione, a cura di Elio Lo Cascio e Francesco Belvisi, con la proiezione del film "Il traditore" di Marco Bellocchio, sulla vita di Tommaso Buscetta. Condurrà la giornalista Rai Melania Petriello. Per tutti gli eventi sarà garantito il servizio di interpretariato LIS. 
In chiusura di conferenza stampa, vi è stato  l'intervento di Francesco Tomasiello, ideatore della manifestazione, che ha concluso ricordando come l'Artelesia sia il"festival di tutti, il festival della comunità, contro ogni discriminazione". 
Tutte le info al link www.socialfilmfestivalartelesia.it.