PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it



INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

29/05/17

L'EVENTO - "Gourmet Sonoro" all'Ipsar "Le Streghe": musica e cibo, per un mix di sfere sensoriali che emoziona e conquista

di Emilio Spiniello


BENEVENTO - Una fusione tra musica e cibo quella andata in scena nella sala ristorante dell’Ipsar “Le Streghe” di Benevento. L’evento “Gourmet Sonoro”, realizzato in collaborazione con il Conservatorio Statale “Nicola Sala” ha avuto un ottimo riscontro. Le musiche di grandi artisti quali Mozart, Satie, Paganini, Rossini, Verdi sono state eseguite stringendo un filo ideale con i loro gusti culinari.
Le pietanze offerte hanno riproposto i brani ascoltati in sala.
Secondo la docente di Italiano all’istituto “Le Streghe” Marisinda Cirnelli “pochi sanno che questi musicisti internazionali ( Bach, Mozart, Verdi) avevano una predilezione per i cibi, per questo abbiamo coinvolto queste due sfere sensoriali”.
Il leit motiv della mattinata è stato eseguito dal pianista 23enne Antonio Roccia, vincitore dei Los Angeles Music Awards e degli American Protégé International Comptetion.
Ad intervenire anche Lucia Salerno, docente di Armonia e Analisi al Conservatorio “Nicola Sala”: “questa iniziativa nasce per mettere in luce aspetti inusuali di questi noti musicisti.
Ho figurato in mente, ascoltando i loro brani, un menù che fosse ispirato alle composizioni presenti direttamente o indirettamente nella storia di questi compositori”.
Per il Conservatorio erano presenti: Maria Cristina Costanzo, docente di Pianoforte e l’allieva Leda Rossi; Francesco D’Ovidio, docente di Pianoforte e l’allievo Antonio Rosario Roccia; Teodoro Laino, docente di Tecniche fondamentali di accompagnamento pianistico e gli allievi Rosa Rossetti e Francesco Simonelli; Francesco Solombrino, docente di Violino e l’allieva Alina Taslavan;
Patrizia Zanardi, docente di Canto e le allieve Diana Buzeacov, Gilda Pennucci Molinaro, Caterina Tizzano; per l’istituto “Le Streghe” in campo i docenti Fausto Grande (Enogastronomia), Lucia Drago (Produzioni dolciarie), Lorenzo Maiorano (Sala e vendita), Teresa Sgueglia (Italiano), e gli allievi della classe IV B Enogastronomia-produzioni dolciarie.
Le note e i sapori hanno reso l’atmosfera suggestiva, grazie alle esibizioni degli allievi dell’istituto alberghiero e delle migliori leve del Conservatorio sannita. Un percorso
enogastronomico-musicale che ha suscitato una enorme soddisfazione da parte del dirigente scolastico Luigi Mottola, il quale continua nel suo intento di aprire l’istituto di via Santa Colomba al territorio. Il menù di sala era cosi composto: Composizione di Tartine al Pentagramma; fagottini al radicchio; Sinfonia Cacio e Pepe; Cantata di Risotto allo Zafferano; Il dolce, il piccante, l’armonia dei Croquenbouches; Negre en chemis…la Barbajada; un caffè con J.S. Bach
Brindisi finale: alziamo i calici colmi!