PARLIAMO DI...


28/12/20

CINEMA - Social Film Festival ArTelesia, ecco il nuovo bando

Pronto il bando per la tredicesima edizione del Social Film Festival ArTelesia, concorso internazionale del Cinema Sociale per registi emergenti e professionisti, Scuole e Università. L'evento è promosso dall’Associazione Culturale Libero Teatro, con il patrocinio ed il sostegno di diversi Ministeri, Atenei ed Enti pubblici e privati.
Il tema della tredicesima edizione è “Rinascenza”. Tre i bandi di concorso: Anteprime nazionali ed internazionali; Filmmaker e DivAbili; School and University. Questi i temi: IO MI APPARTENGO – rispetto della propria individualità, saper essere oltre ogni apparire, coltivare la propria libertà contro ogni dipendenza; INTEGRAZIONE – rispetto dell’identità etnica e culturale contro ogni forma di discriminazione: beyond cultural stereotypes; BENESSERE, CIBO E SVILUPPO SOSTENIBILE; CURA, ACCOGLIENZA E SOLIDARIETA’; importante sottolineare che nella sezione DivAbili, concorso esclusivo del Social Film Festival ArTelesia, è possibile iscrivere lavori realizzati da registi diversamente abili o che abbiano coinvolto attori diversamente abili che non devono necessariamente incentrarsi sul tema della disabilità. Questo nell’ottica di una reale inclusione delle persone diversamente abili nel mondo del cinema e dello spettacolo. Sono istituiti anche due premi speciali: Fiction italiana dell’anno e Serie dell’anno. Temi della sezione School and University: I CARE - AMBIENTE E SOSTENIBILITA’; INTEGRAZIONE; CINELIBRIAMOCI: lavori ispirati ad opere della narrativa italiana e mondiale. Particolare attenzione sarà riservata alle opere realizzate dagli studenti con dispositivi mobili – smartphone, tablet, action camera, droni.
Per tutte le categorie è comunque previsto il tema libero. Il termine ultimo per l’invio dei lavori è il 15 aprile 2021 per le sezioni Filmmaker e DivAbili e School and University, il 15 maggio 2021 per le Anteprime nazionali ed internazionali. 
E’ possibile scaricare bando e scheda di iscrizione dal sito www.socialfilmfestivalartelesia.it. 
L’iscrizione delle opere al concorso è gratuita. Le modalità di preselezione e selezione delle opere, improntate a criteri di originalità, efficacia del tema trattato e qualità tecnica, sono esposte nel bando di concorso. Nel corso delle precedenti edizioni e nell’edizione 2020, svoltasi in streaming, sono stati premiati cortometraggi e lungometraggi di altissima qualità provenienti da diverse parti del mondo, in una kermesse che ha registrato un’affluenza e un favore sempre crescente da parte del pubblico. Il Festival, inoltre, si caratterizza anche per una serie d’iniziative collaterali quali l’organizzazione di stage, convegni e incontri tra esperti del settore e studenti che desiderano avvicinarsi al mondo del cinema, mostre d’arte, spazi dedicati alla promozione del turismo e delle risorse del territorio con la presenza di qualificate aziende sannite. 















TEATRO - "Esercizi di fantasia" on line del Trianon ospita la Eidos, con "Tom e Huck... guai più che mai"


Tocca al Teatro Eidos, il 29 dicembre alle 11 ed il 31 dicembre alle 16, partecipare alla rassegna on line del Teatro Trianon Viviani di Napoli, "Esercizi di fantasia", spettacoli trasmessi online gratuitamente sui siti #regionecampania e del teatro di Forcella.

La sezione dedicata ai più piccoli è curata da I Teatrini

In scena "Tom e Huck... guai più che mai" tratto da "Le avventure di Tom Sawyer" di Mark Twain!

Per vedere lo spettacolo
si può cliccare sul link https://www.teatrotrianon.org/webtv/

21/12/20

LIBRI - In libreria "Giardino di delizie - Del Chiostro di Santa Sofia in Benevento" del direttore Elio Galasso



Dal 18 dicembre è 
nelle librerie di Benevento (dal 15 gennaio anche sui negozi on line) 
“Giardino di delizie – Del Chiostro di Santa Sofia in Benevento”, edito dalla EL KOZEH edizioni.   L'opera è firmata da Elio Galasso, oggi direttore emerito del Museo del Sannio, dopo aver retto l'Istituto per oltre trent'anni. Si tratta di "una guida dall’alto contenuto scientifico ma anche un prezioso libro fotografico su uno dei più importanti monumenti della città ".  Realizzato tra il 1141 e il 1177 dall’abate Giovanni IV, il Chiostro romanico dell’Abbazia di Santa Sofia di Benevento (comunemente chiamato Chiostro di Santa Sofia) è oggi, insieme all’omonima Chiesa, Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.  

Centottanta sono le fotografie realizzate da Eudechio Feleppa, che impreziosiscono l'opera dello studioso, con l'allestimento di Aurora Lobina. 


SOLIDARIETA' - "Adotta una pigotta", torna il progetto del Comitato Unicef, condiviso dal Lions Club, in dono alle partorienti del Fatebenefratelli


BENEVENTO -  Come da tradizione anche per queste festività natalizie torna il progetto Unicef “Adotta una pigotta”. A Benevento il Lions Club Benevento Host ha aderito all’iniziativa adottando delle pigotte realizzate dal laboratorio Unicef Comitato di Benevento coordinato dalla professoressa Angela D'Esposito. Le pigotte Unicef sono state donate all'ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento. ''Abbiamo deciso di donare una pigotta alle madri del reparto di neonatologia – dice  Tiziana Ferro, presidente Lions Club Host Benevento - poiché sono custodi della vita ed adottare una pigotta significa salvare l’esistenza delle piccole creature''. Il Comitato Unicef di Benevento è grato al Lions Club per il meraviglioso gesto di solidarietà. “Ringrazio di cuore la presidente Lions – ribadisce Gianpiero De Cicco, presidente Comitato Unicef di Benevento - che ha adottato le pigotte del nostro piccolo laboratorio. Ogni pigotta adottata sostiene l'Unicef nel suo compito importante di raggiungere ogni bambino in pericolo, ovunque si trovi, portando vaccini, alimenti terapeutici, costruendo pozzi, scuole e portando assistenza”. Alla consegna delle pigotte, oltre ai presidenti del Lions Club Benevento Host e dell’Unicef di Benevento, hanno preso parte il Padre Superiore dell’Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli Fra Gian Marco Languez e il direttore sanitario Giovanni Guglielmucci.

ARTE - Le opere degli "Amici del Presepe di Benevento" in mostra on line su "You360.it" con il fotografo Michele Sabella


BENEVENTO - Si terrà anche quest'anno l'esibizione di opere d'arte presepiale dell'associazione "Amici del Presepe di Benevento", scuola presepiale "Francesco Salvati", dedicata all'artista che ci ha lasciato qualche anno fa. La novità di quest'anno è la visita virtuale delle opere, grazie al fotografo Michele Sabella ed a "you360.it".  "A causa del contagio ci mancava uno spazio fisico in grado di assicurare la mostra in sicurezza", ha dichiarato Massimo Pedicini, "per questo abbiamo cercato una valida alternativa per rendere possibile la fruizione di questa mostra, evento molto atteso e sentito in città e che si ripete ormai dal 2007; con tutti i problemi e le limitazioni che questo 2020 ci ha riservato e nel rispetto delle norme antiCovid, siamo riusciti a tenere in piedi il laboratorio di presepi alla sede dell'Oratorio dei "Giardini Merici" grazie soprattutto alla capacità e dedizione del Maestro Michele Di Pace". La mostra è realizzata negli spazi virtuali di you360.it, network di professionisti specializzati in prodotti digitali foto e video a 360°, e ospita undici opere realizzate da Angelina Trotta, Cosimo Donatiello, Massimo Pedicini, Michele Di Pace, Raffaella Capozzi, Rita Verdicchio, Ugolino Lombardi, e Valentina Roberts, visibili nei minimi dettagli. La visita si può effettuare da smartphone e da PC, sul link sia sulla pagina Facebook che su Instagram ed accessibile da questo indirizzo: https://you360.it/Portfolio/mostra-presepi-natale-2020-ingresso-al-tour/ oppure cercando l'apposito link sulla pagina di you360.it

18/12/20

SCUOLA - Enrico Mentana, Federico Monga, Igor Cassina incontrano il Liceo Rummo





BENEVENTO - I rappresentanti di istituto del Liceo Rummo di Benevento,  Simone Marchetti, Iacopo Pacilio, Riccardo Parente, Giuseppe Abbate, in  collaborazione con la Dirigenza, hanno organizzato tre incontri con ospiti esterni specializzati in vari settori per il progetto D.A.R. (Didattica Alternativa Rummo). L’iniziativa nasce con l’obiettivo di sensibilizzare gli alunni su temi che riguardano soprattutto le future prospettive lavorative. Tutti gli eventi si svolgeranno per via telematica, la partecipazione a ciascun incontro sarà consentita a tutti gli alunni e docenti del Liceo.Il progetto partirà venerdì 18 dicembre ‘20 con il primo incontro che si terrà dalle ore 9:15 con il direttore del quotidiano “Il Mattino” Federico Monga. Seguirà il secondo incontro sabato 19 Dicembre ’20 dalle ore 11:15 con il giornalista e direttore del TG La 7 Enrico Mentana. L’iniziativa terminerà Lunedì 21 Dicembre ’20 dalle ore 9:15 con l’allenatore di Ginnastica Artistica e campione olimpico nella specialità della sbarra Igor Cassina. 


12/12/20

SCUOLA - Iacopo Pacilio, eletto coordinatore delle consulte provinciali degli studenti campani

Venerdì 11 Dicembre, si è svolta, per via telematica, la prima riunione del Coordinamento Regionale della Campania. In questa occasione, è stato eletto coordinatore delle consulte provinciali degli studenti campani, Iacopo Pacilio, già Presidente provinciale della consulta degli studenti di Benevento e rappresentante del liceo scientifico “G. Rummo”. Grazie all'esperienza maturata, Iacopo dovrà rappresentare e guidare gli studenti campani in un momento storico molto difficile. La pandemia ha fortemente provato il mondo scolastico che necessita di forza e collaborazione. Il neo eletto presidente ha sottolineato che tutte le forze in campo dirigenti, docenti, personale ATA e studenti, devono raccogliere le loro energie e metterle a disposizione della società civile, perché rappresentano il punto di unione e di ripartenza. I momenti di incontro istituzionali, saranno privi di quel contatto umano che da sempre caratterizza il mondo studentesco e per questo dovranno necessariamente essere più significativi e proficui.

11/12/20

CULTURA - Passeggiata virtuale fra le Chiese scomparse di Benevento, domenica 13 con l'Archeoclub

Per chiudere quest’anno sociale, l’Archeoclub di Benevento, domenica 13 dicembre, alle ore 17:00, ripropone una visita virtuale alle chiese scomparse di Benevento.

La passeggiata era già stata tenuta, sempre in virtuale, lo scorso 11 dicembre, in occasione della Giornata delle Chiese Aperte, che l’Archeoclub d’Italia realizza da 26 anni. Rispetto alle edizioni precedenti, vista l’impossibilità di realizzare un evento live e cogliendo anche le opportunità offerte dalla rete, si è deciso di visitare le chiese che non esistono più, attraverso foto d’epoca e altri documenti d’archivio. Sono ben dieci le chiese che verranno visitate: il Gesù, Santa Rosa da Lima, San Lorenzo, San Lupo ai Morticelli, Santa Maria della Libera, Sant’Onofrio, San Pietro, Santa Maria di Costantinopoli, San Modesto e San Diodato, tutte chiese scomparse nel corso del Novecento. A raccontarle saranno i soci dell’Archeoclub Angelo Bosco, Maurizio Cimino, Francesco Morante, Giuseppe Morante e Giuseppe Patrevita.

L’appuntamento è sulla piattaforma Cisco Webex, domenica pomeriggio 13 dicembre, alle ore 17:00. Chi non è socio dell’Archeoclub, per prenotarsi deve inviare la propria mail all’indirizzo archeobenevento@gmail.com

La registrazione della visita sarà disponibile anche sul canale Youtube dell’Archeoclub di Benevento.

LIBRI - "Lessico e Lucano" , domenica 13 la presentazione on line del libro dedicato ai piccoli


 

"Lessico e Lucano", i personaggi protagonisti del libro, scritto da Rosa Taddeo e Mariacristina Zollo , docenti beneventano, accompagneranno i lettori alla scoperta dell'evoluzione della lingua italiana partendo dalla genesi della nostra lingua che è figlia del latino. Le autrici, dopo anni di esperienza nel mondo della formazione, hanno notato che i bambini si divertono tantissimo ad apprendere la grammatica completando dei giochi e dei rebus e, quindi, sono sicure che questo libro sarà non solo utile ma anche divertente”. Interverranno alla presentazione, oltre alle autrici, la Prof.ssa Rossella Del Prete - Assessore alla Cultura del Comune di Benevento, e il M° Gennaro Vallifuoco - artista e docente di scenografia all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Moderatrice dell’incontro la Prof.ssa Nadia Oliva - Docente dell’Università Giustino Fortunato.

Per partecipare - conclude la nota diffusa alla stampa - sarà possibile collegarsi, domenica 13 dicembre alle ore 17:00, sulla pagina Facebook “Lessico e Lucano” o accedere al seguente link della piattaforma Zoom: https://zoom.us/j/92233449002?pwd=Z21aQXJxc2NXdXBWUkxaYTVqUE8rUT09 . (Password: 440127)

TELEVISIONE - "Freedom" di Italia 1 a Benevento, per raccontare la città egizia con Roberto Giacobbo

La Campania sarà la grande protagonista di una nuova puntata di Freedom, a partire da Benevento, la città che dopo Roma vanta il maggior numero di reperti egizi al di fuori dall’Egitto. Il capoluogo sannita, infatti, un tempo ospitava un importante tempio dedicato a Iside, che in passato le ha garantito ricchezza e centralità. E se di egiziano a Benevento e nei dintorni, ci fosse molto più di quanto si crede? Si parla addirittura di quattro piramidi perdute.

Le telecamere di Freedom attraverseranno il beneventano, dal Museo del Sannio a Sant’Agata dei Goti, passando da Montesarchio fino ad arrivare al luogo che secondo Virgilio sarebbe stato uno degli ingressi al mondo degli Inferi, Rocca San Felice: un percorso incredibile fra storia e leggende.

In seguito  la squadra di Freedom raggiungerà il Golfo di Napoli, per sbarcare ad Ischia: quest'isola, rinomata per le sue spiagge e le sue risorse termali, oltre 100 anni fa è stata il teatro delle appassionate ricerche di un uomo geniale, all'avanguardia per la sua epoca, inviato in Campania con la missione di indagare sugli eventi sismici del 1883, ma che finì per dedicarsi anche a conoscenze esoteriche e studi sul centro della terra. Il suo nome era Giulio Grablovitz e secondo alcune ipotesi la sua vicenda reale avrebbe ispirato i personaggi fantastici dei romanzi di Jules Verne. Ad Ischia Grablovitz realizzò il primo Osservatorio Geodinamico del Regno d'Italia, ma si occupò anche di maree, di astronomia e di fenomeni inspiegabili, come quelli legati a misteriose sfere di luce che gli abitanti dell'isola giurano di vedere ancora oggi. Roberto Giacobbo visiterà i luoghi frequentati dallo scienziato, dal Palazzo Reale di Ischia Porto all'Osservatorio di Casamicciola, fino ad una torre saracena a Forio, dove si dice che lo studioso di origine triestina avesse fondato anche una loggia massonica.

Questo e molto altro a Freedom - Oltre il confine, venerdì 11 dicembre, ore 21.25, su Italia 1.

SEMINARIO - "La Rotta di Enea da Cuma a Benevento", nel segno del turismo culturale


"La Rotta di Enea da Cuma a Benevento in un percorso di rigenerazione. Il turismo culturale come guarigione e riconciliazione per la ripresa dei territori". Questo il titolo del seminario, in programma venerdì 11 dicembre, alle 17,30, online. L’appuntamento è organizzato dall’Associazione Rotta di Enea e dal Comune di Benevento, in qualità di membro del network internazionale dell’Itinerario culturale europeo “Rotta di Enea”, attualmente candidato come itinerario culturale del Consiglio d’Europa. Nel corso del seminario si approfondiranno le tematiche relative alle "Nuove strategie per il turismo in Campania. Il turismo culturale come guarigione e riconciliazione per la ripresa dei territori".


Il programma prevede i seguenti interventi:

Clemente Mastella, sindaco di Benevento;

Giovanni Cafiero, presidente dell’Associazione Rotta di Enea;

Barbara Toce, Vicepresidente Congresso dei Poteri Locali del Consiglio d’Europa;

Stefania De Fraia, Assessore Cultura, Turismo e Marketing territoriale Comune di Pozzuoli;

Fabio Pagano, Direttore Parco Archeologico Campi Flegrei;

Carlo Rescigno, Corrispondente Campania dell’Accademia dei Lincei;

Luigi Vanvitelli, Università della Campania;

Maria Teresa Moccia di Fraia, referente Campania Associazione Rotta di Enea

Felice Casucci, assessore Regionale al Turismo Regione Campania


Modera:

Rossella del Prete, Assessore Beni UNESCO, cultura e politiche per il turismo​ Comune di Benevento

E’ possibile partecipare all’appuntamento registrandosi sulla piattaforma Zoom al seguente indirizzo: https://zoom.us/j/93523308752?pwd=N3ZUdGZnaURZZXM5d0pJUnMwZlZFdz09

La Campania protagonista della Rotta di Enea, l’itinerario turistico-culturale che da Troia a Roma segue le tracce dell’eroe cantato da Virgilio. Il Comune di Benevento, membro del network internazionale dell’Itinerario culturale europeo “Rotta di Enea”, attualmente candidato come itinerario culturale del Consiglio d’Europa, e la Associazione Rotta di Enea hanno organizzato il webinar “Nuove strategie per il turismo in Campania. La Rotta di Enea da Cuma a Benevento in un percorso di rigenerazione”.

La Campania ha un posto di rilievo nel quadro dell’itinerario Mediterraneo con i 3 poli del Cilento (Palinuro), dei Campi Flegrei (Cuma, Capo Miseno, Parco archeologico e Comuni dei Campi Flegrei), e del Sannio (Benevento). Riesce così a creare una narrazione che lega costa ed aree interne, che dà vita ad una trama tra arte, mito, archeologia, dimensione del sacro e tradizioni Mediterranee incentivando un turismo di qualità.

Il Progetto Rotta di Enea, candidato a diventare un nuovo Itinerario del Consiglio di Europa, istituisce il percorso della rigenerazione tra Cuma, dove Enea si reca per consultare la Sibilla e discendere agli inferi, e Benevento, dove Diomede, secondo una versione del mito riferita dallo storico bizantino Procopio di Cesarea, seguendo una profezia restituisce all’esule troiano l’idolo sacro sottratto alla Città e ne ottiene la guarigione dopo lunga malattia. Le tappe di Cuma e Benevento costituiscono le cerniere verso il Mediterraneo, verso gli itinerari interni della Campania, e verso Roma, via mare lungo la costa Tirrenica verso la foce del Tevere e via terra con il cammino dell’Appia Antica.

Il progetto del nuovo itinerario rafforza le strategie della Regione Campania per il turismo insieme ai cammini e ai percorsi cicloturistici che consentono di scoprire e valorizzare nuove mete per un turismo attivo all’insegna della salute, del paesaggio e della cultura.

Nel seminario verranno discusse le strategie e le azioni da intraprendere già a partire dalla primavera 2021 con tutti i Comuni e i soggetti interessati dal nuovo itinerario culturale europeo Rotta di Enea in vista della “guarigione” e della ripresa del turismo nel quadro di un’azione coordinata anche a livello regionale.

Per maggiori informazioni

www.aeneasroute.org


05/12/20

LIBRI - "Storie tra i basoli", emozioni e riflessioni nel libro, oggi sul blog dell'autore "www.alfredomartinelli.info"

Da oggi "Storie tra i basoli" è disponibile per essere scaricato gratuitamente dal blog www.alfredomartinelli.info. "Ne ho preparato - dice l'Autore - due versioni in PDF: una impaginata per la stampa fronte/retro, l'altra adatta per la lettura su PC, telefono e tablet. Sulla pagina dedicata troverete due distinti moduli per ottenere in automatico sulla email indicata il file richiesto. In un momento difficile come quelle che stiamo attraversando ritengo che la distribuzione gratuita di prodotti di intrattenimento diversi e trasversali rispetto a ciò che solitamente subiamo dai canali mainstream possa aiutare le persone a ritrovare fiducia in se stessi e voglia di riprendere in mano le fila della propria esistenza.
“Storie tra i basoli” è un lungo racconto ambientato in una qualsiasi ‘città vecchia’. Suddiviso in otto episodi e un epilogo. È una sorta lungo ricordo di un particolare fine settimane iniziato poco dopo l’alba di una sabato estivo e concluso la mattina presto del lunedì successivo. Protagonista è un pittore affermato. Seppur visto dall’esterno come persona sicura e senza incertezze, vive nel suo intimo le preoccupazioni e i pensieri di chiunque di noi, con l’incapacità di affrontarli che caratterizza la maggior parte delle donne e degli uomini. Gli otto avvenimenti narrati in prima persona al termine del percorso gli daranno un nuovo punto di vista sulla sua vita.
Rispetto ai racconti già pubblicati NON in ordine cronologico sul mio blog, in questa versione troverete l'epilogo. Probabilmente non sarà come molti potrebbero sperare durante la lettura, ma chi mi segue capirà e apprezzerà.
Come indicato nel retro di copertina dedico il lavoro a tutti coloro che si sentono o si sono sentiti, anche per un breve periodo, parte del mio viaggio, perché ognuno di loro è incluso in quel che che scrivo."

5-6-8 dicembre - Vent'anni dell'Ail di Benevento, "Stefania Mottola": Stelle di Natale dai commercianti solidali

Una Stella di  Natale fiorisce anche nei momenti più difficili
Il 5, 6 e 8 dicembre tornano le Stelle dell’Ail Benevento onlus “Stefania Mottola”. Questo Natale, per affrontare i problemi di mobilità determinati dalle disposizioni anti Covid, sono stati organizzati nuovi punti di ritiro delle Stelle di Natale AIL, presso i commercianti che hanno dato la loro disponibilità. A Benevento: Agenzia di viaggi “Rotolando verso Sud” – Via Perasso, n. 7, Bar Tabacchi “Messina” – Via Avellino, n. 36, “Altedo Sud” – Via Torre della Catena, n. 225, Assicurazioni “Palumbo” – P.zza Bissolati, n. 14, Arte cornici “Grimieri Mario” – Viale dei Rettori, n. 39, Lucio Del Grosso – Corso Dante, 33, Nel Blu Viaggi – Viale Mellusi, n. 145, Agenzia Fiordaliso Viaggi – Vico Noce, Mo’ke Caffè – C.da Piano Cappelle, 142 e Boutique “De Nisco” – V.le Spinelli, n. 52 San Giorgio del Sannio (BN).
Per prenotare la  "buona stella", si può contattare il nr 3351818585 (sia chiamate che whatsapp) o inviare una mail a ail.benevento@ail.it.
L’Associazione di Volontariato, senza fini di lucro, opera in rappresentanza delle persone senza nome e senza voce che devono sottoporsi a cure lunghe ed estenuanti, per combattere non solo contro la malattia, ma anche contro le problematiche legate alla carenza di ricettività e di servizi assistenziali minimi nelle strutture ospedaliere locali.
Venti anni di Associazione, dall’anno 2000 ad oggi la sezione di Benevento, costituita grazie alla volontà e alla determinazione di Stefania Mottola, sta aiutando i pazienti ematologici della provincia, finanziando sia progetti di ricerca che servizi per migliorare le condizioni di assistenza. Con la raccolta dei fondi sono state aiutate, nei momenti più tristi, un gran numero di persone colpite da leucemia, linfoma o mieloma. Perché l’AIL Benevento Onlus “Stefania Mottola”, dà spazio a tutte quelle persone che, in un momento di sconforto e di difficoltà, hanno bisogno di un sostegno concreto e di calore umano.
Come sottolinea Pierangela Mottola, vice Presidente dell’Associazione: “Avrei un sogno da condividere con tutti i VOLONTARI (oltre 600), con i sostenitori (circa 10000 annui), con i nostri medici di riferimento dell'ospedale San Pio di Benevento e Pausilipon di Napoli, con i borsisti biologi ed ematologi, con le infermiere e le assistenti (sia a contratto che stabili, 4 preziose persone), con le Istituzioni, con tutti i PAZIENTI E I LORO FAMILIARI ai quali va il primo pensiero, (a chi è ancora vicino a noi e a chi non ce l’ha fatta tante persone care... ai cui destini siamo indissolubilmente legati) che, in questi 20 anni di attività della sezione AIL di Benevento, dedicata a mia sorella Stefania Mottola, ci sono stati vicini e hanno condiviso una lunga serie di risultati positivi.” – conclude Pierangela Mottola - “Una equipe completa che accolga il paziente dal primo momento della diagnosi a quello della dimissione e del follow-up,  superando le barriere strutturali, logistiche, burocratiche, a causa delle quali, ancora oggi, nell'epoca della globalizzazione e della socializzazione, "gestire" un paziente onco-ematologico incontra "ostacoli" metodologici incomprensibili. A piccoli passi posso già immaginare come potrebbe essere se, ognuno nel suo ruolo e con le proprie possibilità, compisse un piccolo gesto in più per rendere più umana e accettabile la situazione temporanea di malattia e debolezza. 
È per questo che MI PIACE CONTINUARE A SOGNARE.”






04/12/20

L'ANNIVERSARIO - 700 anni dalla morte di Dante Alighieri: le celebrazioni dell'Unisannio e del Comitato di Benevento della Società dedicata al Poeta

BENEVENTO - Lunedì 7 dicembre 2020, l'Università degli Studi del Sannio e la Società Dante Alighieri - Comitato di Benevento celebrano il Sommo Poeta a 700 anni dalla sua morte. Alle ore 16, si terrà un seminario sul Canale YouTube di UniSannio. Sono previsti i saluti del prof. Gerardo Canfora, Rettore UniSannio, del prof. Alessandro Masi, Segretario generale Società Dante Alighieri, e della prof.ssa Elsa Maria Catapano, Presidente Comitato di Benevento Società Dante Alighieri. Intervengono: prof. Massimo Squillante, UniSannio, su "Geometria greca e scienza moderna nella lettura di Dante", prof. Antonio Feoli, UniSannio, su "L’iperspazio di Dante", prof. Michele Rinaldi, Unicampania “L. Vanvitelli”, su "Problemi e prospettive degli studi danteschi in vista del prossimo centenario". Coordinano la prof.ssa Maria Felicia Crisci e il prof. Nicola Fontana.

CINEMA - Social Film Festival ArTelesia: tutti i vincitori della kermesse, quest'anno celebratasi on line

 


Si è svolta in streaming la serata di premiazione dei migliori film e corti che hanno partecipato al Social Film Festival Artelesia XII edizione, il festival cinematografico che tratta temi legati al sociale, all’inclusione, alla lotta contro le discriminazioni, ideato da Francesco Tomasiello e diretto da Antonio Di Fede.

La serata è stata condotta da Pino Strabioli che, nel corso del suo svolgimento, si è collegato in video con i vincitori e con diversi ospiti, tra i quali Christopher Lambert, Nancy Brilli, Giampiero Ingrassia, Giorgio Borghetti, Francesca Rettondini, Gaia De Laurentiis, Eleonora Ivone, Massimiliano Varrese e Rosalia Porcaro.

Questi i vincitori della XII edizione concorso internazionale del cinema sociale: per la sezione DiVabili, che dà spazio a registi e attori di raccontare la diversità come valore, il cortometraggio “Indimenticabile” di Gianluca Santoni: la storia di una prima volta, della scoperta del proprio corpo e di come l’amore possa superare ogni pregiudizio; per la Sezione Filmmaker cortometraggi italiani “Interno 116” diretto da Cristiano Gazzarrini, corto che affronta il delicato tema della violenza sulle donne dal punto di vista di chi sta dall’altra parte del muro, spettatore omertoso di efferati delitti; per la Sezione Filmmaker cortometraggi stranieri “Burqa city”, di Fabrice Bracq, che tratta dell'obbligo di indossare il burqa in maniera divertente e kafkiana; per la Sezione Filmmaker lungometraggi “Bassil’ora” diretto da Rebecca Basso: la storia vera di Giuseppe Bassi, sopravvissuto alla campagna italiana di Russia del 1942. Premiata come miglior attrice protagonista della sezione Filmmaker cortometraggi, Gaia De Laurentiis per il cortometraggio “Apri le labbra”, diretto da Eleonora Ivone, che affronta il drammatico tema della pedofilia; per la sezione Filmmaker lungometraggi vince il premio miglior attore protagonista Massimiliano Varrese per “Affitasi vita”, scritto e diretto da Stefano Usardi; la commedia con toni leggeri racconta uno spaccato di vita alla ricerca della libertà che in modi diversi accomuna tutti; per la sezione DiVabili il premio miglior attrice protagonista è stato assegnato a Francesca Rettondini per il cortometraggio “Il cioccolatino” (diretto e sceneggiato da Rosario Petix) che narra con delicatezza il tema dell’Alzheimer. Per la sezione School and University si aggiudica il premio miglior attore protagonista Biondo, con il cortometraggio “Siamo solo piatti spaiati” di Mattia Riccio, tratto dall'omonimo romanzo di Alessandro Curti. Il premio Antinoo (ideato dal Comitato Arcigay Antinoo di Napoli) è stato conferito al cortometraggio “Amare affondo”, scritto e diretto da Matteo Russo con Mario Russo e Federico Le Pera. Il corto racconta una storia d’amore e la sua drammaticità provocata dai muri del pregiudizio in certi luoghi e ambienti sociali.

Nel corso della serata è stato proiettato il cortometraggio fuori concorso “Nisciuno” di Alessandro Riccardi che vede sceneggiatrice e protagonista Rosalia Porcaro insieme a Fabio de Caro. Il film racconta con toni malinconici la storia di una dona vittima, molti anni addietro, di una violenza fisica e psicologica mai dimenticata.  

La serata di premiazione, i film finalisti e tutti gli eventi dei cinque giorni del Festival pubblicati su MYMmovies, sono tuttora visibili sul sito www.socialfilmfestivalartelesia.it. Uno spazio esclusivo è stato dedicato domenica 29 novembre all’evento “Il fulmine nella terra. Irpinia 1980” con l’intervista a Mirko Di Martino e Orazio Cerino a cura di Melania Petriello e con la proiezione dell’omonimo spettacolo che inaugura il Progetto Speciale “40° parallelo” in collaborazione con Centro Servizi Volontariato Irpinia Sannio. La stagione di eventi, nell’incrocio dei diversi vissuti, diventerà la narrazione del terribile terremoto che quarant’anni fa ha devastato l’Irpinia ma, nello stesso tempo, sarà foriera di nuove azioni da realizzarsi oggi, nella terra di origine del Volontariato, nuovamente colpita da un nemico invisibile.