PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it



INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

11/09/19

L'EVENTO - "Benevento Città Teatro": passeggiando fra le suggestioni della Storia, alla riscoperta del territorio


Nel grembo del Teatro Romano, sapientemente  illuminato,  affascinati visitatori

di Maria Ricca

Metti una sera di fine estate, fra suggestivi ruderi, sapientemente illuminati,  e vestigia del tempo andato. Ipotizza, accogliendo suggerimenti preziosi, che vi sia la possibilità di vivere e far rivivere, in qualche modo, i luoghi che la Storia ci ha consegnato, non perché vi facessimo cenno in maniera annoiata, passandoci davanti, con l’indifferenza dell’abitudine, o continuassimo polemicamente ad interrogarci sul modo migliore di sfruttare, ai fini turistici,  quanto ci resta…  
Ed ecco “Benevento Città Teatro”, l’iniziativa coordinata e fortemente voluta Ferdinando Creta,  direttore dell'area archeologica, con il supporto degli Enti istituzionali preposti, che dà una prima risposta all’esigenza, finalmente, di riappropriarci, noi per primi, del patrimonio culturale antico, a nostra disposizione,  e poi di mostrarlo al mondo.
Così, fino al 22 settembre, al prezzo simbolico di due euro, chi vorrà potrà lasciarsi portare all’interno del monumento, illuminato da giochi di luce, predisposti a valorizzare ogni punto del Teatro, dove prendono vita, proiettati su schermo, maschere teatrali antiche.
Un  attore in tunica bianca, attorniato da ombre mascherate, guida gli spettatori-visitatori nei meandri della struttura, che si apre poi, nell’emicerchio, alla visione di un palcoscenico illuminato di rosso, su cui recita una Medea dolente.
Lo spazio si chiude alle spalle del palco, nell’ampia area,  tradizionalmente destinata al “dietro le quinte” e ai camerini, occupata dai movimenti dei corpi in danza spettrale. Infine, un passaggio obbligato, su ponte di ferro, vale a mostrare al pubblico pannelli fotografici , a cura di Gino Iannace, relativi alla struttura del Teatro e di altri consimili monumenti. Agli ospiti, inoltre, il piacere di degustare taralli e Falanghina, a suggello del gusto per  le risorse del territorio.
Il percorso è stato realizzato dalla 'Rossi Allestimenti', con la consulenza scientifica dell’autore e regista di teatro Ettore Massarese, professore di Discipline dello Spettacolo alla Federico II di Napoli.
Buona la prima, dunque, come si dice, e tanta attenzione da stampa e pubblico per la serata introduttiva della manifestazione, che punta i riflettori, come da manifesto di presentazione, sulla nostra ricchezza monumentale, finalmente e intelligentemente valorizzata, con entusiasmo e voglia di mettersi in discussione.