PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it

Spettacoli - Eventi Culturali - Recensioni - Interviste

INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

26/09/16

EVENTI CULTURALI - La Solot apre "Il Mulino Pacifico" delle mille attività didattiche, teatrali e cinematografiche per ogni età


Docenti ed operatori del progetto 
di Maria Ricca

“Il Mulino delle mille iniziative”, “Il Mulino dell’Allegria”, “Il Mulino della Condivisione” di esperienze e di saperi.  In una parola “Il Mulino Pacifico”.
Del quale, in una serena  e solare domenica pomeriggio di fine settembre, la Compagnia Stabile Solot, in collaborazione con l’Associazione Culturale Motus, e nel segno del più ampio progetto “Cum Grano Salis”, ha aperto le porte, accogliendo la gioiosa invasione di quelle famiglie, numerosissime, in verità, che hanno aderito all’invito alla riscoperta della struttura restaurata di via Appio Claudio, a  Benevento, 
Aida Lizza e la "didattica ludica"
sede ormai storica delle attività dell’associazione.  
Tutti, bambini e genitori,  nell’allegro disordine dell’inaugurazione,  sono stati accolti in giardino dalle “streghe conta fiabe”,  Assunta Maria Berruti, Carlotta Boccaccino, Concetta Affannoso Amicolo, protagoniste di uno speciale e meritato successo personale, grazie alle loro applaudite performances della scorsa primavera al Mulino, tutte dedicate ai bambini e sicuramente determinanti nelle scelte di indirizzo della direzione artistica.
Dopo il taglio del nastro  di prammatica, le attrici, diplomate alla Scuola di Teatro della Solot, esperte in doppiaggio, regia, storia,
Assunta Berruti e i piccoli aspiranti allievi
arte, fotografia,  hanno guidato gli ospiti all’interno della struttura. Presenti gli assessori comunali Oberdan Picucci ed Amina Ingaldi. 
Subito una prima “lezione”-tipo,  di carattere dimostrativo, fra mimo e psicotecnica, condotta da Paola Fetto,  docente, che con Liana Tartaglia Polcini, scrittrice e musicista,  e Luigi Giova, insegnante e musicoterapista per tutte le fasce d’età infantile,  si occuperà dei corsi di Teatro Studio Ragazzi, dedicati ad allievi dai 7 agli 11 anni. Quindi, c’è stato l’intervento di Aida Lizza, che terrà il corso di Teatro Studio Infanzia,  con l’esempio di didattica ludica rivolta a bambini dai 4 ai 6 anni.  
Il coinvolgimento di molte e più numerose professionalità è, infatti,  la novità più eclatante di quest’anno, al Mulino Pacifico. Il progetto, nell’ottica di una risposta all’esigenza  ampia e dichiarata di una maggiore attenzione culturale e formativa alla platea dei giovanissimi e dei loro genitori,  darà appunto  grande spazio alle attività de “Il Mulino dell’Infanzia”, suddivise in “Mulino Didattica”, “Mulino dei Piccoli” e “Comico Junior” (rassegne teatrali) , “Mulino della Genitorialità”, con l’intervento degli psicologi Sara Cicchella, Viviana Perrone e Adriano Raffaele Principe. Grazie anche al supporto del medico pediatra Nicola Cicchella, si terranno incontri a cadenza mensile per i genitori dei piccoli allievi, informandoli sugli aspetti medici e psicologici dell’’età evolutiva, onde sensibilizzare e fornire strumenti di prevenzione per il benessere familiare, attraverso metodologie esperienziali, in un contesto accogliente e, soprattutto, non giudicante.

Tutto “Cum grano salis”, naturalmente, titolo  scelto per  denominare il progetto artistico-culturale del Mulino, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Responsabile ne è Daniele Muratore della Motus, attore, regista e produttore teatrale, mentre la direzione artistica ed organizzativa del percorso compete agli storici responsabili della Solot, Michelangelo Fetto ed Antonio Intorcia. “Cum grano salis” avrà, come sempre, un’attenzione speciale  anche per il grande schermo, con la rassegna “Il Mulino del Cinema”, curata da Marialaura Simeone, docente ed esperta in cinematografia, e la presenza di interessanti ospiti e dibattiti sul tema. Naturalmente vi sarà il ritorno di “Obiettivo T”, l’attesissima rassegna teatrale della Compagnia Solot, che inizierà venerdì 11 novembre e terminerà martedì 25 aprile, con lo spettacolo “La Partigiana”, firmato da Amerigo Ciervo e dallo stesso Fetto, e dedicato a Maria Penna, beneventana, morta per difendere i suoi ideali. In mezzo le presenze eccellenti di Enrico Bonavera, Antonio Intorcia, Roberto Tarasco, Roberto Azzurro , per nove spettacoli di grande qualità.